Niente risarcimento a innocente rimasto in carcere per 5 mesi. Rimase in silenzio durante l’interrogatorio

Visualizza immagine di origineNegato il risarcimento a un innocente che è stato in carcere per 5 mesi a seguito delle accuse di alcuni pentiti. L’uomo era finito in carcere con l’accusa di corruzione aggravata e continuata e rivelazione di segreti d’ufficio. Ora che è stato cagionato però non avrà una lire di risarcimento eccetto che per tre soli giorni di detenzione. Il motivo? Rimase in silenzio durante l’interrogatorio di garanzia e la Cassazione (sentenza 39532/2008) sul punto ha chiarito che “il silenzio, pur costituendo esercizio del diritto di difesa, puo’ rilevare sotto il profilo del dolo o della colpa grave nel caso in cui l’indagato sia in grado di fornire specifiche circostanze non note all’organo inquirente”. Forse per timore di ritorsioni da parte dei collaboratori di giustizia, spiega la Corte, l’uomo durante l’interrogatorio di garanzia, tacque salvo il fatto di “negare strenuamente ogni suo coinvolgimento nella vicenda giudiziaria” durante la detenzione. Scagionato e liberato dopo 5 mesi ha chiesto di essere risarcito per l’ingiusta carcerazione. La Corte d’appello di Napoli gli aveva però accordato un risarcimento per i soli tre giorni precedenti l’interrogatorio di garanzia.

Lascia un commento

Devi essere connesso per inviare un commento.

081-0667897 | 389-7695247

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

I cookie sono piccoli file prodotti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell’utente tramite il browser quando lo visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione, per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell’utente anche dopo la chiusura della sessione dell’utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono essere del sito che si visita (locali) o di terze parti. Ci sono diversi tipi di cookie: Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l’utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l’accesso a determinate aree, facilitando gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc.), Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata, Cookie di terzi parti che consentono l’integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc… Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell’8 maggio 2014 del garante della privacy, l’utente ci autorizza all’utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunti da Google Analytics sono disciplinati dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics. Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l’utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.

Chiudi